IL VALORE DELLA MEETING INDUSTRY


Il valore della meeting industry

I benefici che la meeting industry riversa sul territorio

Il settore dei congressi e degli eventi rappresenta un importante comparto dell'economia che negli ultimi anni ha contribuito in misura significativa allo sviluppo delle economie locali.

I benefici generati sul territorio da congressi ed eventi sono stati identificati dalle ricerche esistenti in primo luogo in termini economici e quantificati attraverso gli indicatori tipici del settore turistico (per esempio il numero di pernottamenti nelle strutture alberghiere) e l'ammontare della spesa sostenuta dai partecipanti e dagli organizzatori nei giorni dell'evento e nei giorni precedenti e/o successivi.

Nel 2016 il contributo fornito dalla meeting industry ai pernottamenti del settore alberghiero è ammontato al 19,8% del totale generato dal turismo nell'area metropolitana di Milano, al 25% circa a Berlino e a circa il 12% a Parigi, Vienna e Barcellona.

Con riferimento alla spesa complessiva diretta dei partecipanti, il LAMCI ha stimato che nell'area metropolitana di Milano i 3 milioni di partecipanti che hanno frequentato congressi ed eventi nel 2016 abbiano generato una spesa di 762,23 milioni di euro nel 2016, cifra attribuibile agli eventi a carattere internazionale per il 62,8% e agli eventi nazionali per il 33,9%.

Un confronto a livello europeo dell'impatto economico generato dalla meeting industry è reso difficile dalla diversa metodologia con la quale vengono misurate le spese dei delegati: infatti, Barcellona (1.268 milioni di euro nel 2015) considera all'interno della spesa sostenuta dai partecipanti il costo del trasporto a lunga percorrenza, mentre Parigi (651 milioni di euro) misura soltanto la spesa sostenuta dai delegati dei congressi nazionali e internazionali. Le città con le quali è possibile un confronto maggiormente omogeneo sono quelle tedesche: Berlino, dove la spesa degli 11,58 milioni di partecipanti di congressi ed eventi ospitati nel 2016 ha raggiunto la cifra di 2.419 milioni di euro; Francoforte, dove i 4,5 milioni di partecipanti hanno speso mediamente al giorno 180 euro per un totale di 815,7 milioni di euro di spesa e Amburgo, dove nel 2016 i partecipanti sono stati 1,8 milioni e hanno generato sulla città una spesa complessiva di 706,5 milioni di euro.

Attualmente gli studi si stanno focalizzando sullo studio dei benefici che il settore congressuale esercita a favore del grado di innovazione e di sviluppo tecnologico del territorio ospitante, inteso come spazio per la sedimentazione dei rapporti sociali e punto di contatto per i processi che, nella società della conoscenza, innescano la creazione di valore per le imprese e per la collettività, generando un'eredità intangibile difficile da identificare e da misurare, ma molto rilevante per le destinazioni nel medio-lungo periodo.

Tra le variabili che possono influenzare i benefici che gli eventi esercitano sul territorio vanno considerate, da un lato, quelle relative alla tipologia dell'evento, in quanto gli effetti possono cambiare a seconda dell'ente promotore (associazioni, imprese, enti e istituzioni), della durata dell'evento e della natura dei temi trattati, della provenienza geografica dei partecipanti (internazionali, nazionali e locali) e della loro anzianità lavorativa e, dall'altro lato, quelle riguardanti i caratteri dei centri di ricerca e dei settori produttivi presenti sul territorio ospitante, il grado di cooperazione esistente tra il mondo della ricerca e quello imprenditoriale, le sinergie presenti all'interno delle imprese operanti nel settore MICE e il livello di sostegno pubblico alla meeting industry.

Resta inteso che la capacità dei congressi e degli eventi di contribuire – oltre all'accrescimento delle conoscenze personali dei partecipanti e ai risultati economici delle imprese del settore turistico – allo sviluppo del territorio nel medio-lungo periodo dipende dalla capacità della destinazione di:

  • attrarre con continuità nel tempo eventi a elevato impatto potenziale per il territorio;
  • facilitare il networking a livello internazionale tra università/centri di ricerca e imprese;
  • supportare la meeting industry con opportuni investimenti (infrastrutture, ecc.).

Would you like to be updated on our programmes, courses and initiatives? Just send us your contact details